LACDIGEST*50CPR MAST 2250U

Risparmia: 1,80 (11%) Sconto
13,95
Prezzo di listino: 15,75
BRS/035245024
Disponibile

LACDIGEST*50CPR MAST 2250U


Codice prodotto:

035245024

Denominazione:

LACDIGEST 2250 U COMPRESSE MASTICABILI

Principi attivi:

Ogni compressa masticabile contiene Principio attivo: Tilattasi (Lattasi, b–D–galattosidasi da Aspergillus oryzae) 2250 unità Per gli eccipienti vedere 6.1.

Eccipienti:

Glucosio monoidrato, amido di mais, magnesio stearato, cellulosa microcristallina, sodio citrato (sale trisodico biidrato), glucosio anidro, carbossimetilcellulosa calcica.

Indicazioni terapeutiche:

Intolleranza al lattosio da deficit primario e secondario di lattasi.

Controindicazioni/Effetti indesiderati:

Non conservare al di sopra di 25° C. Conservare il medicinale nel contenitore originale per tenerlo al riparo dall’umidità

Posologia:

La posologia deve essere adattata caso per caso in funzione della gravità dei sintomi dovuti all’intolleranza al lattosio ed alla quantità di lattosio ingerito. La posologia abituale è la seguente: Adulti e bambini sopra i tre anni di età: 1 compressa masticabile ogni 5 g di lattosio ingerito (corrispondente alla quantità contenuta in circa 100 ml di latte). Se i sintomi persistono, il dosaggio può essere aumentato. Non eccedere le 6 compresse come dose unica o le 12 compresse come dose giornaliera. Le compresse vanno masticate od ingerite intere subito prima di mangiare o bere cibi contenenti lattosio.

Conservazione:

Non conservare al di sopra di 25° C. Conservare il medicinale nel contenitore originale per tenerlo al riparo dall’umidità

Avvertenze:

Se nonostante il trattamento con LACDIGEST la sintomatologia intestinale dovesse persistere o dovessero comparire altri sintomi non correlabili all’intolleranza al lattosio, sospendere il trattamento e procedere alle indagini per verificare l’esatta natura eziologica della sintomatologia intestinale. Successivamente, si può procedere alla verifica dell’intolleranza al lattosio (mediante, ad esempio, la dieta di privazione e di reintroduzione, il test respiratorio dell’idrogeno, o altro). Il medicinale non è controindicato per i soggetti affetti da malattia celiaca.

Interazioni:

La presenza di ioni sodio e potassio aumentano in vitro l’attività delle lattasi. Gli ioni calcio e quelli dei metalli pesanti, come il rame, rallentano in vitro l’attività enzimatica.

Effetti indesiderati:

L’enzima lattasi è attivo solo a livello intestinale e non viene assorbito. Pertanto, gli eventuali effetti collaterali sono localizzati o legati a casi di ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei componenti della formulazione. In questo caso è necessario interrompere il trattamento.

Sovradosaggio:

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.

Gravidanza ed allattamento:

L’enzima lattasi è normalmente presente nell’intestino, esso non entra nel circolo ematico. Tuttavia, soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza, deve essere attentamente valutato il beneficio terapeutico contro i possibili rischi.

Produttore:
ITALCHIMICI SpA
Ordini veloci
Utilizzando metodi di pagamento veloci e sicuri
Catalogo prodotti
Ampio e aggiornato
Supporto clienti
Chiamaci al : +39 0172.426401